Prima professione temporale dei Padri Marc e Guido Kessels in Olanda

in Italia/Olanda by

Il 24 Gennaio 2013 si presentano due postulanti. Due sacerdoti. Due della stessa diocesi. Due olandesi… due fratelli gemelli!

I Padri Marc e Guido Kessels avevano chiesto da diversi anni di entrare nell’Istituto. Dopo aver aspettato molto tempo lavorando pastoralmente nella loro diocesi, il permesso è stato loro concesso nell’anno 2013.

istituto verbo incarnato

Sono stati destinati a fare l’anno di noviziato nel seminario maggiore in Italia, che recentemente si è trasferito a Montefiascone. Sebbene si siano prese tutte le misure possibili per far trovare loro un luogo comodo e soprattutto organizzato, certamente il nostro seminario non comprendeva le caratteristiche organizzative alle quali i padri erano abituati in Olanda… Per entrambi queste difficoltà sono state secondarie e soprattutto una grazia: “All’esterno sarebbe apparso come se avessimo perso tutto – mi ha detto uno di essi alla fine del noviziato – ma interiormente quanto ci ha fatto crescere la vita religiosa è incredibile”.

kessels (1)Abbiamo avuto la grazia di accompagnarli, insieme al P. Pablo Scaloni e altri quattro seminaristi, alla professione dei loro primi voti temporali in Olanda. Il viaggio è stato veramente molto arricchente per noi, specialmente di fronte alla carità enorme con la quale ci hanno ricevuti i sacerdoti dell’Istituto che lavorano lì e che ci hanno edificato con il loro zelo e allegria missionaria. Dobbiamo ringraziare anche specialmente il tratto e l’esempio di tutte le Suore presenti in Olanda. Ai membri della nostra famiglia Religiosa presenti in questa missione va il nostro più sincero ringraziamento.

Nella predica della messa di professione il P. Tristan Pérez, Superiore della delegazione, ha presentato la Famiglia Religiosa dalla sua nascita. La messa è stata solenne, con grande partecipazione di fedeli, specialmente giovani. Contagiati dai due sacerdoti, genitori, parenti e amici erano veramente molto felici e ringraziavano costantemente per averli ricevuti nella nostra Congregazione.

image001     Non è solo una grazia per noi come Famiglia Religiosa singolare, ma per tutta la Chiesa. Oggi che “viviamo in un’epoca caratterizzata dalla negazione dell’Incarnazione” (Giovanni Paolo II), due giovani sacerdoti hanno promesso di donarsi senza riserve a Dio, non solo per “affermare” ma per “essere una nuova incarnazione del Verbo”. Accompagnamoli in questo santo proposito con le nostre preghiere. Chiediamo per loro, per i nostri missionari e tutta la Chiesa in Olanda.

P. Andrés Bonello, IVE

Rispondi