Missione popolare a Yako (Papua Nuova Guinea)

in Papua Nuova Guinea by

A partire dalla domenica 8 fino al sabato 14 di dicembre abbiamo realizzato una missione popolare a Yako, uno dei cinque villaggi di cui siamo incaricati pastoralmente. Questa è la seconda missione che facciamo in questa zona, dato che tutti gli anni, in questo periodo, facciamo questo tipo di missioni, ed ogni anno lo dedichiamo ad una diversa zona. L’ultima volta che c’è stata la missione a Yako era l’anno 2009.

Eravamo circa 40 missionari inclusi 2 sacerdoti e alla Madre Rocio (SSVM), che è venuta insieme a varie ragazze del collegio che hanno, e ci hanno dato un enorme aiuto incaricandosi dei bambini e dei giovani. Il resto dei missionari erano uomini e donne degli altri 4 villaggi nei quali facciamo apostolato.

Una delle cose più belle di questa missione è aver scoperto un mondo totalmente nuovo dentro alla giungla. Sapevamo – perché ci avevano raccontato – che dentro alla giungla ed in cima ad una montagna, c’era molta gente, nonostante questo non ci eravamo mai immaginati di incontrare un tale spettacolo: moltissime case, un piccolo cimitero, una terra lavorata molto bene, ed un luogo dove sembrava che il tempo si fosse fermato, degno di un film. Purtroppo non abbiamo potuto fare molto con queste nuove popolazioni, perché uno solo di loro parlava pidgin (che è la lingua che si parla qui), ed il resto di loro parlava una lingua che noi non conosciamo. Comunque, nella nostra parrocchia ci sono delle persone che parlano questa lingua, così che ci prepareremo ad organizzare qualcosa con loro in futuro; a pesare del limite della lingua, hanno capito perfettamente chi eravamo e che cosa stavamo facendo li, così che abbiamo potuto benedire tutte le case e nel salutarli ci hanno regalato moltissimo cibo e oggetti del loro artigianato.

Le attività cominciavano alle 7 della mattina con un’ora di Adorazione al Santissimo Sacramento. Alle 8 uscivamo a camminare per il villaggio pregando il Santo Rosario, e alle 8.45 c’era la Santa Messa. Dopo di che, facevamo colazione e andavamo a visitare le case. Nel pomeriggio, invece, quando si faceva buio, facevamo una processione insieme alla gente e al termine c’era l’atto missionale con la predicazione del sacerdote ed una piccola catechesi a carico dei seminaristi.

L’ultimo giorno abbiamo battezzato tantissimi bimbi, e la domenica diversi bambini hanno ricevuto la Prima Comunione.

Ecco, questo è tutto! La cronaca è breve per non farvi annoiare! Credo che le foto che abbiamo inviato parlino meglio di noi! (VEDI PIU FOTO QUI)

I missionari di Papua Nuova Guinea.

Fonte: http://papuanuevaguinea.verboencarnado.net

Rispondi