“Il mio talento lo offro a Dio”

in Russia by

Sentivo nel mio cuore di poter trasmettere alla gente, per mezzo della musica sacra, la mia fede” Daria Pusanova

Era questo il pensiero di una ragazza; un pensiero nobile e di grandi speranze, ma che non è rimasto solo un pensiero, perché è sfociato in una realtà grandiosa: organizzare un concerto in onore di Santa Cecilia sul palco del principale teatro cittadino.

Daria è una ragazza che da pochi anni frequenta la nostra parrocchia dove si è presa l’incarico di aiutare il nostro piccolo coro. È una ragazza con molto talento: ha finito il conservatorio diplomandosi in canto, e già da alcuni anni canta nel teatro della Città di Ulianovsk.

coro-rusia-1

Nell’anno che sta per concludersi Daria, di sua iniziativa, ha voluto organizzare a nome della Chiesa Cattolica un concerto in onore di Santa Cecilia, chiedendo aiuto ai suoi colleghi musicisti, al coro, ai solisti e ad alcuni orchestrali.

Il concerto è stato preparato con molta cura: sono stati eseguiti brani di Handel, Cherubini, Vivaldi, Saint-Saëns, Gounod (alcuni dei quali era la prima volta che venivano eseguiti nella città) ed è stato presentato da una signora che, sebbene non appartenente alla Chiesa Cattolica, si è documentata e preparata con accuratezza sulla storia di S. Cecilia e sui brani che sono stati eseguiti.

coro-rusia

Al concerto ha assistito un pubblico numeroso, tra cui c’erano anche alcuni nostri parrocchiani, e, cosa che ci ha rallegrati molto, autorità e personalità della cultura. Daria ci ha detto che il successo del concerto ha ispirato ad organizzare un altro concerto in un prossimo futuro, probabilmente nella Settimana Santa.

Daria è diventata un notevole esempio di una ragazza laica che trasmette la sua fede attraverso il talento donatole da Dio.

Impariamo da lei, e non abbiamo paura di incoraggiare le persone che il Signore ha arricchito con talenti straordinari a metterli a frutto, perché siano indirizzati alla maggior gloria di Dio.

P. Eugenio

Rispondi