I bambini di Gesù

in Tanzania by

Ushetu 08.02.2014 aVogliamo offrire la testimonianza di uno dei nostri missionari in Tanzania (Africa), in un’intensissimo apostolato di 5 giorni con bambini e giovani.

«Ogni parrocchia della Tanzania è formata da gruppi di bambini e giovani, perciò insieme al vescovo abbiamo voluto organizzare un incontro con tutte le parrocchie messe insieme, compresa la nostra ad Ushetu.

Abbiamo infatti cominciato i preparativi alcune settimane prima per poter pensare ai bagni, alla doccia, alla cucina… Circa 500 bambini e 50 adulti che arrivavano con i camioncini cantando mettendo la loro testolina fuori dal finestrino. Era veramente bellissimo vederli pieni di entusiasmo e gioia.

Ushetu 08.02.2014 cDurante la celebrazione della Messa si vestivano con i colori papali: bianco e giallo e la loro presenza davanti l’altare simbolizzava il loro desiderio di essere come angeli alla presenza di Dio che sono presenti durante ogni Santa Messa.

Per me era una gioia immensa sentire 500 voci cantare e ballare il “Gloria in excelsis Deo”. Tutti i sacerdoti, anche il vescovo sono stati più di due ore a confessare.

Alla fine di questi giorni di grazia, mi ricordavo dei campeggi che facevamo in Argentina, nei quali si viveva molta allegria interiore di giorni trascorsi in diversi divertimenti in grazia di Dio e con la presenza dei religiosi.

Ushetu 08.02.2014 dL’allegria dei bambini era contagiosa: bastava guardarli negli occhi per rallegrarsi.

Dovevo accompagnare alcuni di loro con un camioncino attraversando la savana africana: era un bellissimo paesaggio nel tramonto e avevo con me 15 o 20 bambini che cantavano con goia canti religiosi e mi dicevano: “asante padri, asante sister” (grazie padre, grazie suora)»

Preghiamo Maria Santissima affinche ogni giovane affidato alle nostre anime possa raggiungere la gioia che non tramonta mai: il Cielo.

Rispondi